Pasquale Sirica parteciperà per il Cicloo spoorteam alla sesta prova di Coppa del Mondo di Ciclocross

 

phpThumb_generated_thumbnailjpg

Roma 2014, 4° Memorial Romano Scotti, sesta e penultima prova di Coppa del Mondo di Ciclocross, coniugherà il grande spettacolo della disciplina crossistica con l’attività giovanile. L’Asd Romano Scotti, società organizzatrice del più importante evento di ciclocross dell’anno, ha infatti deciso che il ricavato derivante dall’incasso dei biglietti venduti sarà interamente devoluto al settore giovanile.
Una scelta che rende Roma 2014 un evento ancora più importante, in quanto per tutti gli appassionati ci sarà non solo la possibilità di seguire bellissime gare animate dai più grandi campioni della disciplina comodamente seduti sulle tribune dell’Ippodromo delle Capannelle, ma anche di aiutare quei ragazzi e quelle ragazze che in futuro potrebbero diventare dei campioni della disciplina. Lo scorso anno l’Unione Ciclistica Internazionale ha premiato l’appuntamento capitolino come terzo miglior evento mondiale del 2013, e quest’anno il comitato organizzatore sta lavorando per regalare alla città di Roma uno spettacolo sempre più importante e degno di nota.

“Per noi è molto importante valorizzare al massimo l’attività dei più giovani, come abbiamo fatto già durante tutto il Giro d’Italia Ciclocross – spiega il Direttore Tecnico della Nazionale italiana di ciclocross nonché presidente dell’Asd Romano Scotti, Fausto Scotti – In qualità di società coordinatrice della corsa rosa abbiamo inserito all’interno della guida tecnica l’obbligo, per tutti gli organizzatori di tappa, di dare vita anche a una corsa riservata ai Giovanissimi. In tutte le tappe c’è stata una buona partecipazione di ragazzi e tanto entusiasmo da parte delle società. Il nostro obiettivo è quello di valorizzare sempre di più l’attività giovanile”.

1486923_570482536361131_745873000_n

Le gare si terranno all’interno dell’Ippodromo delle Capannelle il 4 e 5 gennaio 2014. Ad accendere la miccia saranno gli Esordienti e gli Allievi (per entrambe le categorie ci saranno sia la gara maschile che quella femminile), le cui prove si svolgeranno la mattina del 4 gennaio e saranno un antipasto delle gare internazionali.
Si comincerà a respirare l’atmosfera iridata già dal primo pomeriggio, quando inizieranno le operazioni preliminari di accredito, il sopralluogo del percorso da parte dei delegati UCI e l’apertura del circuito per la sessione di allenamento ufficiale. In chiusura di giornata avrà luogo la consueta riunione tecnica riservata ai Team Manager delle nazionali.
Domenica 5 Gennaio andranno invece in scena i grandi protagonisti del mondo del ciclocross: alle 10:15 scatterà la prova Juniores Uomini, alle 11:30 quella riservata agli Under 23 Uomini. Alle 13:30 sarà la volta delle Donne Open, mentre la giornata si concluderà alle ore 15:00 con la prova più attesa riservata agli Elite Uomini, che vedrà al via i più importanti esponenti della disciplina come il campione del mondo Sven Nys, l’ex iridato Niels Albert e lo specialista fiammingo Kevin Pauwels, vincitore lo scorso anno.

Sul circuito lungo poco meno di 3000 metri, l’Italia potrà contare soprattutto su Marco Aurelio Fontana, bronzo olimpico nel Cross Country a Londra 2012 e vincitore delle prime due corse di ciclocross alle quali ha preso parte in questa stagione, oltre a Enrico Franzoi, che ha ottenuto il successo in tre tappe del Giro d’Italia Ciclocross. Tra le donne, riflettori puntati soprattutto su Eva Lechner, che nella prova di Namur in Coppa del Mondo è riuscita a conquistare un ottimo quarto posto.

La grande festa dell’Ippodromo delle Capannelle sarà arricchita anche da vari eventi collaterali; all’interno della Sala Derby situata all’interno dell’Ippodromo, la mattina del 5 gennaio.
L’Asd Romano Scotti ospiterà anche la premiazione annuale degli atleti e delle società laziali dalla FCI – Comitato Regionale Lazio.  La cerimonia di premiazione inizierà alle ore 10; per maggiori informazioni è possibile inviare un’e-mail a lazio@federciclismo.it.
Un’altra manifestazione collaterale è l’evento di spinning/ciclismo indoor, durante il quale ci saranno tre esibizioni diverse di circa un’ora ognuna.

A sostenere questo grande evento che coinvolge tutta la Capitale, la Hippo Group Capannelle e Roma Capitale hanno rinnovato ancora una volta il loro impegno come sponsor istituzionali, così come Selle Italia, che è stata già Official Sponsor dell’altro importante evento nazionale coordinato dall’Asd Romano Scotti, il Giro d’Italia Ciclocross, per il quale l’associazione ha anche organizzato le tappe dell’isola d’Elba e di Rossano Veneto. Notevole anche la presenza di partner stranieri che hanno voluto sostenere l’evento capitolino, Stannah e IkoEnerthem.

Seguire on-line la tappa romana di Coppa del Mondo sarà molto semplice. Le informazioni saranno come al solito puntuali su www.ciclocrossroma.it. Per gli appassionati dei social, notizie e aggiornamenti in tempo reale sulla pagina ufficiale Facebookhttps://www.facebook.com/roma2014worldcup e su Twitter https://twitter.com/ciclocrossroma.

NUOVA NINER RTL 9 nuovo concetto di bici universale

MAINHEADER2

RLTFrame

Alla  NINER sono grandi fan delle strade meno battute. Fare scelte indipendenti è lo spirito con cui sono  nati ed è anche  loro approccio AL FUTURO. Ed è con questa filosofia che hanno creato il loro nuovo modello di bici la  RLT 9

E’ UNA 29ER? UNA BICI MONSTER-CROSS? SI. E’ una GRAVEL GRINDER? SI.

Sia  se  prediligi i manubri curvi delle bici da corsa,  che i  manubri flat delle MTB, sia se ami i pneumatici sottili o qualcosa di un po’ più rotondo, tutto dipende da dove si vuoi andare.

RLT9-7

LA RLT 9 non stabilisce  che tipo di ciclisti siete stati, ma incoraggia a diventare qualcosa  di nuovo, vi permette di  lasciare i vincoli della strade di bitume dietro le spalle.

2014-Niner-RLT-Road-Less-Traveled-Gravel-Road-Bike01

RLT9-9

HeaderImage

PRIMO “ALL-ROAD MOUNTAIN BIKE” NINER’S si districa fra strada e singletrack.
La CUSTOM GRAVEL-TUNED NINER CARBON FORK miscela il suo DNA con la famosa  versione da  MTB.
FIRE ROAD GEOMETRIA – PF30 BB SHELL è Singlespeed compatibile con il nuovo BIOCENTRIC NINER 30
LOW PROFILE DISC BRAKE POST MOUNTS
Idroformato in lega di alluminio è leggero, EFFICIENTE E BELLO. 135MM X QR REAR SPACING supporta fino a  45MM di  pneumatici, ( tolleranza variabile in base al produttore di pneumatici)

Chris Wolff rides the Niner Bikes RLT9 in Colorado

Il primo Niner progettato sia perle ruote  29er che per  700C. Utilizza ruote strette e pneumatici per brevi tragitti per itinerari dal sentiero battuto, e permette di provare qualcosa di più grande per i luoghi in cui terreno è incerto, ma l’avventura è garantita.

TUBI idroformati e PARTICOLARI COSTRUTTIVI

Progettato con tubazioni simili al collaudato AIR 9, forme tubo della RLT  9 sono sagomati per soddisfare gli standard di qualità di guida di Niner. Anche chi preferisce l’avventura al traffico cittadino apprezza il comfort e la leggerezza. I forcellini forgiati proprietari sono progettati per ridurre il peso e di integrare il supporto del freno a basso profilo  con il fodero. Il reggisella da 27,2 millimetri  riduce le vibrazioni della strada e riduce l’affaticamento del corpo sui giri lunghi tutto il giorno. Quando accoppiato con il reggisella RDO (progettato per il doppio della flessione dei messaggi carbonio tradizionali), la fatica si riduce ulteriormente.

RLT9-2 RLT9-3 RLT9-4 RLT9-5 RLT9-6 RLTFrame RLT9-11

RLT9-2

BIOCENTRIC 30

Lo standard della scatola movimento centrale PF30 offre sia compatibilità orientata al Singlespeed utilizzando il nuovo movimento Biocentric 30. A volte la semplicità è la chiave per un viaggio trionfale!!!

RLT9-10

geometriaRLT9_GEO

Ciclocross

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 34 35 36 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67Vorrei condividere con tutti gli amici di Ciclosport alcune foto scattate sui campi di gara tra Olanda e Belgio, precisamente nelle regioni North-Brabant (Olanda) e Vlaanderen (Fiandre – Belgio) In queste due regioni di lingua Olandese ci sono i piu’ forti crossisti del mondo. Questa straordinaria disciplina va oltre l’aspetto sportivo e fa parte della cultura di questi popoli.
Pensate che il termine Olandese “veldrijden”, che letteralmente vuol dire “fare ciclocross”, e’ presente nei dizionari di lingua ed e’ un verbo della lingua Olandese ufficiale, cosi’ come lo e’ ad esempio per noi “camminare”, “respirare”, “leggere” ecc. E a proposito di leggere, semmai vi dovesse capitare tra le mani un libro di storia di questo sport, vedrete che le pagine piu’ belle sono state scritte proprio dai Campioni provenienti da queste zone.
Vi lascio alla visione delle foto, con la certezza che saranno di sicuro gradimento a chi gia’ ama questo sport e con la speranza che possano accendere la passione in qualche giovane promessa.
Un saluto a tutti gli amici di Ciclosport dall’Olanda
Vincenzo Pascarella