RIP9 Niner

RIP9 Niner: un telaio in alluminio aeroformato, più leggero di un idroformato, ma con gli stessi valori di rigidità e resistenza

Pubblicato il 8 maggio 2013 da admin

RIP9_9_960x540

Enduro Futuro

Non è così semplice capire cosa spinge l’uomo ad evolversi e riadattare schemi, oggetti o comportamenti che potrebbero benissimo rimanere inalterati per anni o decenni e soddisfare appieno i bisogni o aspettative. In fondo si è sempre detto che “squadra che vince non si cambia”. Non nel caso di Niner dove invece il motto imperativo è “squadra che vince si migliora”.

 

 


Niner non ha certo bisogno di presentazioni. Gli ultimi tre anni hanno visto il brand californiano premere ulteriormente sull’acceleratore posizionandolo di diritto tra i marchi più innovativi consolidando quella leadership di settore che le appartiene fin dalle origini.

Tre anni che hanno portato alla nascita di modelli totalmente riprogettati il cui unico denominatore con il precedente si limitava esclusivamente al nome identificativo.

Se da una parte sul mercato impera l’immagine professionale e ipertecnologica delle velocissime hardtails da cross country, dall’altro il trail riding sta vivendo una profonda trasformazione.

Questa metamorfosi sta evolvendo le trail bikes verso una direzione molto più spinta, affacciandosi al nuovo che avanza: l’Enduro.
Ed è cosi che i telai si fanno più leggeri, si rinforzano, le sospensioni crescono di escursione e le prestazioni si innalzano a livelli inimmaginabili fino a qualche anno prima.

Quando Niner presentò la prima RIP9, ben 6 anni fa, si era già capito in quale direzione il settore stava andando. I vantaggi delle ruotone uniti a quel plus di escursione utile delle sospensioni aprirono nuovi orizzonti rendendo una semplice uscita in mountain bike un’avventura epica.

Da allora sono trascorsi diversi anni e le 29er si sono imposte sul mercato grazie ai loro indiscutibili vantaggi.


Il trail riding, ovvero l’escursionismo in mountain bike, si è evoluto al pari dei mezzi e proprio Niner ha dato il via ad una rivoluzione totale che ha portato nel giro di 3 anni a ridefinire una nuova gamma.

Se la Jet9, nata come full da xc, si è sdoppiata offrendosi al grande pubblico sia in versione racing che trail bike, la RIP9 si è incattivita strizzando l’occhio al All Mountain fino a sfociare nell’Enduro.

Ed è proprio con la RIP9 che Niner apre un nuovo capitolo non solo sul settore full, ma anche sulle tecnologie applicate alla telaistica.

RIP9 Airforming Concept: aria bollente

Niner ormai ci ha abituato da anni a step evolutivi che di evoluzione hanno ben poco. Semmai diremmo rivoluzione.
Il nuovo che avanza si chiama Airforming. Proviamo a fare un passo indietro per capire di cosa si parla.

La new age dei telai in alluminio ha visto l’introduzione del processo diidroformatura grazie al quale, attraverso l’utilizzo di potenti getti di acqua ad alta pressione, si plasmano i tubi calibrandone spessori, forme e sezioni.

Niner ne ridefinisce il concetto costruttivo e grazie all’Airforming viene utilizzata aria calda in luogo dell’acqua ad alta pressione ottenendo le stesse sezioni e forme, ma con meno materiale, condizione altrimenti indispensabile per contrastare la pressione dell’acqua in un telaio costruito con idroformatura.

Cosi facendo un telaio “aeroformato” di egual misura risulterà più leggero del 25% rispetto ad uno analogo “idroformato”, pur mantenendone inalterati i valori di rigidità e resistenza.

More Trail, more fun

Non è un caso che l’ultima tendenza della mountain bike veda l’escursione delle sospensioni crescere sempre di più. Esplorare nuovi luoghi, spingersi oltre i canoni classici della mountain bike, voglia di esagerare ed essere certi di avere un mezzo al pari delle aspettative sono gli ingredienti giusti per una ricetta dal gusto particolare.

E’ così che Niner “reinventa” la RIP9 abbandonando quello status di trail bike mirando più in alto, a qualcosa di più spinto.

Ed è cosi che il travel cresce al posteriore a ben 125mm utili di escursione che grazie al collaudato sistema CVA unito all’affidabilità di un’unità ammortizzante Rock Shox Monarch RT3 custom per Niner garantisce assorbimento e trazione esagerati.

Al pari del posteriore, la geometria è stata rivisitata così da consentire al biker tranquillo di utilizzare forcelle da 120mm per correre via veloci sui sentieri battuti e pedalati o montare una più cattiva forcella da 140mm per osare e spingersi oltre su terreni impervi e duri.


Proprio con il concetto “Versatile Geometry” Niner introduce al grande pubblico una geometria studiata attentamente per rendere la RIP9 non più una full suspension specialistica bensì l’arma totale di chi ha nel proprio modo di fare mountain bike il trail riding fino all’enduro più spinto.

Pedalare a tutta velocità arrampicandosi in cima alle colline più ostiche o lanciarsi a rotta di collo per sentieri sassosi e selettivi, la nuova RIP9 mantiene un bilanciamento superbo così da renderla estremamente versatile senza penalizzarne maneggevolezza o performance. Versatilità offresi.


Enduro o… El duro?

Incrementare il travel delle sospensioni è inutile se non vi è associato un generale irrobustimento del telaio così da esaltarne le caratteristiche strutturali e le performance globali.

Il tubo sterzo tapered ospita forcelle ad alta escursione a garanzia di solidità e precisione di guida.
Il nodo sterzo mette in bella mostra l’unione tra down e top tube al tubo sterzo rassicurando anche i bikers più esagitati.

Il top tube dalla forma sinuosa compatta verticalmente il telaio con valori di standoverda record per una maneggevolezza al limite dell’immaginabile.

Il carro dalle sezioni irrigidite vede le bielle di rinvio e gli yoke del sistema CVA ridisegnati e opportunamente alleggeriti grazie all’utilizzo di macchine CNC.

Il link inferiore ha un nuovo disegno “asimmetrico” per lasciare maggior spazio alla catena e alla piastra ISCG 05 qualora si desiderasse installare un guidacatena negli utilizzi più duri e spinti.

I cuscinetti sigillati esclusivi Enduro Max, i perni maggiorati, i punti di congiunzione dei pivot di rinvio migliorati nelle tolleranze per la riduzione degli attriti e i perni di attacco dell’ammortizzatore con viti da ben 8mm definiscono un quadro complessivo dove nulla è stato lasciato al caso e tutto è progettato per placare anche i pruriti più bollenti.


La precedente versione vedeva i forcellini del carro con perni sostituibili passando dal classico 135mm al sistema a perno passante da 142 x 12mm. La nuova RIP abbandona questa opzione propendendo esclusivamente per il sistema a perno passante onde evitare fastidiose e complicate sostituzioni in funzione del percorso o delle ruote. Tutto viene modificato per rendere più user friendly la nuova RIP9.

Il perno passante da 12mm e la battuta mozzo da 142mm solleticano gli appetiti dei bikers “overlimits” i quali potranno sbizzarrirsi nel dotare la propria RIP9 di ruote per utilizzi pesanti e avere la certezza di scaricare a terra tutta la potenza senza perdere in trazione o ruote hyperlight, ma dalla battuta maggiorata per pedalare furiosi verso il traguardo.


Il layout estetico adotta una veste grafica nuova e più aggressiva. Due le varianti cromatiche. Il brillante e iperscenico Niner Green che fa risaltare la RIP9 distinguendola nettamente dalla concorrenza oppure l’aggressivo Black Licorice per chi ama vesti grafiche più sobrie e meno appariscenti.

I loghi si spostano inferiormente al downtube come i nuovi canoni estetici esigono.

Ogni dettaglio è stato studiato, progettato e realizzato per tener fede alla proverbiale qualità Niner. Dalla solida e brillante verniciatura, ai materiali di qualità per finire alle saldature estremamente curate senza eccessi.

Dal Trail Biking all’Enduro la strada è breve. E Niner lo sa, perché non è importante dove si va, ma come.

Novità Niner

il NUOVO NINER JET9 ALLUMINIO, ed il ROS9 ACCIAIO FREERIDE 29ER – DETTAGLI, FOTO E PESI REALI!

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Niner ha introdotto due nuove bici, una attesa  ed un’altra  completamente nuova.

ILa  ROS9,è la nuova hardtail freeride bici in acciaio

 L’altro, il nuovo JET 9, ci fa capire quello che possiamo aspettarci dal futuro in lega di alluminio dei  modelli bi-ammortizzati Niner.

Le nuovissima JET9 utilizza un ammortizzatore da 100 mm di escursione posteriore, e guadagna il perno passante un 142 × 12  con forcellini scavati che utilizzano un supporto integrato, freno Post Mount … proprio come le versioni in carbonio. Si ottiene anche lo stesso processo di fabbricazione  “air formed” per modellare i tubi già recentemente utilizzato per la nuovissima  RIP9 in lega, qualcosa che sta diventando uno standard nelle loro bici in  alluminio e  che molto probabilmente  vedremo in  tutti i modelli di futura produzione biammortizzati in lega .

 

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

L’obiettivo dei progettisti Niner  era semplicemente quello di mantenere la maneggevolezza ai massimi livelli diminuire il peso  ed aggiornare i modelli con i nuovi standard e le nuove funzionalità. Il processo  “airforming” permette loro di mantenere la parete del tubo con spessori più sottili e molto più precisi , con una qualità di gran lunga superiore  all’idroformatura. Tutto ciò abbassa di oltre 100 gr. il peso del telaio nonostante tutte le caratteristiche aggiunte. La rigidità  è pari al modello precedente, il che va bene, perché era  dannatamente buona.

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Ci sarà anche a “direct mount front derailleur” and full length cable housing”(non mostrato in questo campione di pre-produzione). Così il telaio ha  essenzialmente le stesse specifiche   dei telai in carbonio …

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Il tubo orizzontale ha un fermacavi a due canali, permettendo un montaggio più lineare del deragliatore anteriore.

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Come la nuova  RIP9, i forcellini sono lavorati fuori dal  dentro per risparmiare peso.

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

I cuscinetti sono Enduro Max, che racchiude più pallini  nella stessa quantità di spazio. Questo aiuta a suddividere il carico su una superficie maggiore, perfezionando   la rotazione bassa al momento di alti impatti del carro posteriore ammortizzato. L’intero carro posteriore  è ora airformed con perno passante integrato da 142 x 12  ed è molto ma molto elegante

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

l’airforming continua per tutto triangolo posteriore,  I freni sono  Post Mount e sono  progettati per dischi da 160 millimetri fino  a 185 millimetri.

 

L’ammortizzatore posteriore è il  Monarch RT3  a tre posizioni per la compressione. Si è lavorato moltissimo   con Rockshox per un fine tuning della corsa.  I colori sono Tamale Rosso e Bianco Artico.

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Nella misura L il telaio con ammortizzatore è attestato  su 2.980 g, e la bici completa taglia M montata  con X0  pesa 10.917kg

appena disponibili faremo un bike test di entrambe le bici , ma il  brand manager Carla Hukee dice che l’obiettivo con questo telaio (ed anche con  la nuova  RIP9) è stato quello di permettere alle persone di avere un telaio in lega top e non sentire di essere  dovuti  scendere a compromessi rispetto ad un telaio in carbonio. Le nostre prime impressioni ci dicono che Niner ha centrato l’obbiettivo…

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Il nuovo ROS9  (Ride Over Stuff) è come una SIR9 agli  steroidi. Sono tubazioni a doppio spessore 4130 chromoly, come  le biciclette di altissima gamma  BMX ed è fatto per abusare letteralmente del telaio.Le linee e le forme tubo sono simili al SIR, utilizzando lo stesso ponte seatstay, ma ha un nuovo carro posteriore forgiato  asimmetrico che fornisce grande pulizia alla gomma posteriore

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

E ‘scavato per risparmiare un po’ di peso, ma l’obiettivo principale era quello di ottenere foderi più corti possibili.  427 millimetri, il che lo rende facile da manovrare e reattivo nella guida.  La misura è presa  dal centro del movimento centrale , ma Niner usa in questo caso il suo I movimento centrale “Biocentric” eccentrico, così si potrebbe ruotare indietro e avere una lunghezza foderi più breve fino a 418 millimetri. Il vantaggio è che è possibile regolare la posizione della  guarnitura per aumentare o diminuire la distanza ed utilizzare il telaio come singlespeed.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Il telaio ha un supporto integrato bash guard, che opzionalmente sarà offerto  come bashguard/mount package   tale supporto  è stato sviluppato in collaborazione con MRP.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

il cavo può  arrivare sia dasotto  la parte inferiore del movimento centrale che attraverso la  parte inferiore del tubo sella, e il telaio viene fornito con due cover di per nascondere i fori nel caso non siano utilizzati. Ha anche guida a due canali  removibili sotto il tubo orizzontale per utilizzare cavi esterni.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Forcellini e freni post mount hanno la stessa lavorazione custom  del SIR, e ti offrono tre differenti opzioni di  Drive Side: Singlespeed, standard or direct mount rear derailleur.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Niner-ROS9-acciaio-29er-mountain-bike14

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Il tubo sterzo è un tubo dritto progettato per serie sterzo esterna, e la geometria  è studiata per una forcella da 120 mm o 140 millimetri. Gli angoli sterzo  sono 68 º o 67 º rispettivamente, ma funzionano anche  con Revelations  da 130 millimetri, in tal caso bisogna dividere la differenza.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

il peso del telaio è 2767 gr per una taglia M ed è con tutto l’hardware tranne asse passante posteriore 3084 gr.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

lo spazio del  pneumatico è adeguato, in particolare nella  parte superiore.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

il passacavi Dual channel è asportabile , offrendo la massima flessibilità per montare il telaio come si vuole con la massima flessibilità. I colori sono il  Rally Blue ed il  Forge Gray.Il  Telaio include il movimento centrale eccentrico, asse passante posteriore e collarino reggisella  , più l’hardware  singlespeed. Il kit bash guard sarà venduto separatamente

Entrambe le bici dovrebbero essere disponibili a fine estate, intorno alla metà di settembre per essere più precisi.