ROS 9 in dettaglio

Niner ROS9: la nuova hardtail 29er in acciaio, divertimento e adrenalina assicurati

ROS9_ACTION_2_960x540

26 giugno 2013   Niner

Siete amanti delle pedalate tranquille per i boschi? Pensate che le hardtails in acciaio siano biciclette paciose e lente?
Siete fermamente convinti che per divertirsi ci voglia necessariamente una full suspension? Allora fermatevi qui perché ciò che leggerete non solo distruggerà le vostre convinzioni, ma vi troverete a dover metter mani al vostro portafogli perché non potrete farne a meno.

Le hardtails 29er in acciaio sono quanto di più nostalgico e iconico ci sia nel pianeta mountain bike. Mountain bikes per intenditori aggiungiamo noi, di pedalatori che sanno cosa utilizzano, cosa cercano e cosa vogliono. Gente che sa il fatto suo.
Full rigid, front suspension, geared o singlespeed, abbiamo visto di tutto. O quasi.

Già, quasi, perché Niner, non paga di avere in gamma la migliore hardtail in acciaio da 29 pollici del pianeta, ha prelevato dalla sua SIR9 un cromosoma con l’ordine ai propri tecnici di laboratorio di creare una nuova “creatura” che fosse in grado di divorare anche i fondi più ostici e regalare divertimento e adrenalina a tonnellate.
Non è stato facile, ci sono voluti mesi o forse anni, ma si sa che quando qualcosa fa riferimento alla genetica, qualcosa deve pur uscire.
A volte l’esperimento riesce bene e i risultati sono qualcosa di molto simile, ma quanto partorito dal laboratorio di Niner è qualcosa di mostruoso e geneticamente deviato, che dalla sorella SIR9 condivide solo una cosa: il cuore di acciaio.

ROS9 Ride Over Shit

Non c’è bisogno di traduzione ma se proprio volete la ROS9 è la nuova “schiacciasassi” in acciaio di casa Niner.
Qui non si parla di certo di musica classica ma di puro Hardcore o Heavy Metal. Il gioco si fa molto duro e Niner ha generato la più estrema hardtail in acciaio da 29 pollici esistente.

ROS9 per andare oltre, molto oltre

A volte fare i cattivi ripaga. E ci si prende gusto. E’ quanto molto probabilmente devono aver pensato gli ingegneri Niner quando si sono seduti attorno ad un tavolo e hanno buttato giù l’idea di una hardtail che si spingesse a limiti finora prerogativa di full suspension dalle escursioni generose.
Certo, magari qualcun altro ci avrà anche pensato su, ma in Niner non amano stare con le mani in mano e partorita l’idea si era già al tavolo da disegno pronti a buttar nero su bianco in fretta e furia, ansiosi di passare il testimone al reparto che si sarebbe occupato della realizzazione fattiva e quindi ai tester.


Sarebbe scontato non citare la nuova SIR9, introdotta l’anno scorso e totalmente riprogettata da non condividere nemmeno la vite del portaborraccia con la prima versione, ma sebbene Niner vanti cotanta pregevole creatura in gamma, il progetto ROS9 doveva rappresentare qualcosa di veramente differente, che solo vagamente richiamasse la sorella da xc.
Si è partiti dall’idea di realizzare una hardtail da all mountain che abbinasse laresistenza e l’immagine “nostalgica” e dura dell’acciaio a sospensioni con escursioni “importanti”, una vera e propria fun bike da stampare sorrisi anche sui volti dei bikers più seriosi e posati.

Nonostante la SIR9 vanti il miglior acciaio del pianeta, per gli utilizzi per cui è stata progettata la ROS9 Niner ha deviato il suo cammino classico optando per un acciaio più rigido e indicato ad utilizzi hard.
In purissimo acciaio 4130 la ROS9 si differenzia nettamente rispetto al pregiatoReynolds DZB utilizzato per la SIR9.
I tubi, opportunamente rinforzati, sono il frutto di studi approfonditi con sistemi CAD così da analizzarne prima virtualmente e successivamente in simulazioni da laboratorio e sul campo le reali performance in vista dell’utilizzo hard della ROS9.

Oversize, Over all, All is Over!

Tutto su ROS9 è oversize. Certo, non aspettatevi di trovare tubi da diametri esagerati ma è la sostanza ciò che conta e l’acciaio 4130 ti sfida alla faccia delle sue sezioni “apparentemente” esili. E’ come se un individuo magro ed esilino ti sfidasse a braccio di ferro. Meglio pensarci su prima di raccogliere magre figure e non farsi mai ingannare dalle apparenze.
Ma qui le regole del gioco sono altre. Alle sottili sezioni del top e down tube fa da contraltare il tubo sterzo ZS44 dalle dimensioni esagerate. Il netto incremento in rigidità si esalta con forcelle che starebbero bene anche su una moto da cross. Nessuna flessione o cedimento, l’avantreno della ROS9 è progettato per non cedere nemmeno sotto i colpi più duri.
A rassicurare anche i più scettici un “fazzoletto” di rinforzo è stato aggiunto sotto al top tube in prossimità del tubo sterzo a rendere il tutto monolitico.


Il down tube invece si curva per lasciar spazio alla testa della forcella in caso di eventuali fork loop evitando danni sia al telaio che alla forcella. L’Oversizing passa anche per il movimento centrale. Niner ha voluto esagerare e rendere tutto ancora più estremo, in piena sintonia con l’anima della ROS9. Movimento centrale con eccentrico di ultima generazione introdotto da Niner sulla nuova SIR9, il Biocentric 2 è un altro passo avanti sulle capacità “camaleontiche” della nuova ROS9.
Un componente raffinato per donare alla nuova arrivata differenti anime. Eclettica ed arrampicatutto con trasmissione multigear o essenziale e dura con trasmissione singlespeed.


Il Biocentric 2 vanta accorgimenti studiati appositamente per prevenire il fenomeno di “ovalizzazione” della cassa movimento sotto l’azione delle pedalate dei singlespeeders più potenti. Due viti di fissaggio in luogo di una contribuiscono a rendere il tutto più rigido, più stabile ed efficace. Adiacente al Biocentric 2 fa capolino la predisposizione per un eventuale guidacatena scongiurandone fastidiose e pericolose cadute catena.
Il seat tube è uno degli elementi più caratteristici della ROS9. Corto, cortissimo e soprattutto curvo. Corto per abbassare lo standover e favorire l’utilizzo del reggisella telescopico, curvo per accorciare il carro ed avanzare al massimo la ruota posteriore.
Il foro di predisposizione permette l’installazione del reggisella telescopico con cablaggio interno nascondendo fastidiosi cavi e rendendo il tutto più pulito ed elegante esteticamente.
Il tubo sella “short carved” rende il triangolo principale della ROS9 compatto all’inverosimile e tremendamente efficace esaltandone la maneggevolezza sui fondi più duri ed ostici.
Il carro riassume l’anima della ROS9 con foderi lavorati in spessori così da non risultare estremamente cedevoli come farebbero pensare viste le sezioni ma con grande capacità di assorbimento.


La lunghezza complessiva molto ridotta, di soli 427mm danno la sensazione di sedere direttamente sulla ruota posteriore.
Tradotto: grande trazione, iper-reattività allo scatto e nei rilanci fuori dai tornanti e nelle salite ripide o negli strappi dopo i drop, rigidità senza pari e trasmissione della potenza immediata e senza dispersioni. Vi basta?
I foderi orizzontali generosamente dimensionati si collegano al movimento centrale con uno yoke lavorato finemente in CNC, di lunghezza asimmetrica per lasciar spazio a coperture fino a 2.35” dichiarati.
I foderi obliqui si congiungono a quelli orizzontali con forma curva “contenendo” all’interno di quello sinistro la predisposizione Post Mount della pinza del freno posteriore e rendere il tutto più rigido a vantaggio di una miglior potenza frenante equamente distribuita senza stressare eccessivamente la zona del forcellno.
Proprio i forcellini si fregiano del nuovissimo e rigidissimo sistema a perno passante da 12mm per mozzi con battuta da 142mm. Tutto si allarga e si irrigidisce per assorbire colpi terrificanti e scaricare a terra tonnellate di watt.

ROS9 Geometry, bad attitude

La definizione della geometria della ROS9 è uno degli aspetti più interessanti che ha portato Niner ad esordire con un prodotto già maturo ed estremamente competitivo. Per rendere meglio l’idea di come la proverbiale geometria Niner sia stata oggetto di una totale rivisitazione, poniamo a confronto le due hardtails in acciaio, la SIR9 con la ROS9.
Progettare una hardtail da All Mountain che strizzasse l’occhio all’Enduro ha spinto i tecnici ad aprire l’angolo sterzo dai canonici 70,3-71,3° della SIR9 a ben 67-68° per la ROS9.
I differenti valori variano in funzione dell’escursione delle forcelle montate, 80-100mm per la SIR9 come si conviene ad una hardtail da xc, 120-140mm per la ROS9.
La maggior apertura dell’angolo sterzo consente l’utilizzo di forcelle dall’escursione più generosa ma anche di favorire un passaggio sull’ostacolo più facilitato riducendo i rischi di impuntamenti dell’anteriore visti gli utilizzi probabili.
Anche l’angolo sella ha subito variazioni, seppur meno evidenti ma comunque sensibili. Da 73° della SIR9 si passa a 74° della ROS9.
Si traduce in una posizione di guida più avanzata e di attacco, fatta di continui rilanci o dove si passa molto tempo sui pedali ad ammortizzare sulle gambe.
Anche le quote lineari del telaio subiscono variazioni importanti. Il ETT (Effective Top Tube) si accorcia sulla ROS9 per raccogliere maggiormente il manubrio verso il biker a differenza della SIR9, più lunga. Le medesime variazioni sono anche sul valore di interasse dove la SIR9 svetta in maneggevolezza, la ROS9 si esalta in stabilità per digerire anche i fondi più ostici e gli ostacoli più pronunciati.

I dettagli. Solita storia, sempre e solo il meglio

Si vocifera che i mezzi destinati agli utilizzi più improbi e duri siano rifiniti in maniera sufficiente e approssimativa.
Nel caso della ROS9 Niner si esalta ancora una volta mantenendo inalterato il livello qualitativo che ha reso celebre la casa californiana.


La scelta dei materiali, le fini lavorazioni anche dei particolari più piccoli ed apparentemente poco significativi non presta il fianco a critiche. I passacavi sono distribuiti al fine di rendere il tutto elegante e ordinato.
I componenti accessori fanno capolino esaltando la qualità complessiva della ROS9. L’immancabile badge metallico sul tubo sterzo, le decals protette da vernice trasparente, le saldature prive di materiale di riporto e finemente smussate, sono solo alcuni dei particolari che esaltano la vista di cui avrà il piacere di prendere una ROS9 e il coraggio di scoprirne i limiti.


Il tutto condito da verniciature su più strati protette da uno strato di vernice trasparente per rendere anche i telai più insulsi delle vere opere d’arte.
Due tonalità cromatiche: un vistoso Rally Blue per distinguersi dalla massa o un hi-tech Force Grey che esalta il materiale utilizzato per la ROS9, l’acciaio, sono le livree scelte da Niner per “colorare” il gusto hard del pedalare.

www.ciclosportnola.it

New Niner ROS9. The game changer

SRAM X01

Sul web trapelano nuovi dettagli sul gruppo tanto atteso di casa Sram. In un articolo precedente avevamo annunciato che il brand americano stava lavorando ad una versione più economica del gruppo XX1.

max_SRAM_X01_Derailluer_Cassette_331811

Nel catalogo Niner abbiamo ha pescato un paio di foto molto dettagliate sulla veste grafica dell’X01. Ufficialmente non è ancora stato annunciato e non si sa se l’X01 sarà come appare in queste foto, ma viene da pensare che non si allontani molto da questo look.

La pedivella dell'X01 dovrebbe essere in lega leggera, da quanto si evince da questa foto.

La pedivella dell’X01 dovrebbe essere in lega leggera, da quanto si evince da questa foto.

Comandi cambio Trigger per l'X01, ma probabilmente ci saranno anche quelli Twister (a manopola rotante). Non vediamo l'ora di avere sottomano tutti i dettagli definitivi di questo gruppo.

Comandi cambio Trigger per l’X01, ma probabilmente ci saranno anche quelli Twister (a manopola rotante). Non vediamo l’ora di avere sottomano tutti i dettagli definitivi di questo gruppo.

Ormai forse è questione di settimane se non di giorni.
Le specifiche che si possono leggere sul sito Niner parlano di pignoni 10-42 e dalle foto si direbbe che la pedivella è in lega leggera invece che in carbonio.

il telaio in foto è il nuovo ROS9 di niner in acciaio di cui ad un precedente articolo

http://www.ciclosportnola.it/?p=272

Novità Niner

il NUOVO NINER JET9 ALLUMINIO, ed il ROS9 ACCIAIO FREERIDE 29ER – DETTAGLI, FOTO E PESI REALI!

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Niner ha introdotto due nuove bici, una attesa  ed un’altra  completamente nuova.

ILa  ROS9,è la nuova hardtail freeride bici in acciaio

 L’altro, il nuovo JET 9, ci fa capire quello che possiamo aspettarci dal futuro in lega di alluminio dei  modelli bi-ammortizzati Niner.

Le nuovissima JET9 utilizza un ammortizzatore da 100 mm di escursione posteriore, e guadagna il perno passante un 142 × 12  con forcellini scavati che utilizzano un supporto integrato, freno Post Mount … proprio come le versioni in carbonio. Si ottiene anche lo stesso processo di fabbricazione  “air formed” per modellare i tubi già recentemente utilizzato per la nuovissima  RIP9 in lega, qualcosa che sta diventando uno standard nelle loro bici in  alluminio e  che molto probabilmente  vedremo in  tutti i modelli di futura produzione biammortizzati in lega .

 

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

L’obiettivo dei progettisti Niner  era semplicemente quello di mantenere la maneggevolezza ai massimi livelli diminuire il peso  ed aggiornare i modelli con i nuovi standard e le nuove funzionalità. Il processo  “airforming” permette loro di mantenere la parete del tubo con spessori più sottili e molto più precisi , con una qualità di gran lunga superiore  all’idroformatura. Tutto ciò abbassa di oltre 100 gr. il peso del telaio nonostante tutte le caratteristiche aggiunte. La rigidità  è pari al modello precedente, il che va bene, perché era  dannatamente buona.

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Ci sarà anche a “direct mount front derailleur” and full length cable housing”(non mostrato in questo campione di pre-produzione). Così il telaio ha  essenzialmente le stesse specifiche   dei telai in carbonio …

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Il tubo orizzontale ha un fermacavi a due canali, permettendo un montaggio più lineare del deragliatore anteriore.

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Come la nuova  RIP9, i forcellini sono lavorati fuori dal  dentro per risparmiare peso.

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

I cuscinetti sono Enduro Max, che racchiude più pallini  nella stessa quantità di spazio. Questo aiuta a suddividere il carico su una superficie maggiore, perfezionando   la rotazione bassa al momento di alti impatti del carro posteriore ammortizzato. L’intero carro posteriore  è ora airformed con perno passante integrato da 142 x 12  ed è molto ma molto elegante

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

l’airforming continua per tutto triangolo posteriore,  I freni sono  Post Mount e sono  progettati per dischi da 160 millimetri fino  a 185 millimetri.

 

L’ammortizzatore posteriore è il  Monarch RT3  a tre posizioni per la compressione. Si è lavorato moltissimo   con Rockshox per un fine tuning della corsa.  I colori sono Tamale Rosso e Bianco Artico.

Nuovo Niner JET9 lega piena sospensione 29er mountain bike

Nella misura L il telaio con ammortizzatore è attestato  su 2.980 g, e la bici completa taglia M montata  con X0  pesa 10.917kg

appena disponibili faremo un bike test di entrambe le bici , ma il  brand manager Carla Hukee dice che l’obiettivo con questo telaio (ed anche con  la nuova  RIP9) è stato quello di permettere alle persone di avere un telaio in lega top e non sentire di essere  dovuti  scendere a compromessi rispetto ad un telaio in carbonio. Le nostre prime impressioni ci dicono che Niner ha centrato l’obbiettivo…

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Il nuovo ROS9  (Ride Over Stuff) è come una SIR9 agli  steroidi. Sono tubazioni a doppio spessore 4130 chromoly, come  le biciclette di altissima gamma  BMX ed è fatto per abusare letteralmente del telaio.Le linee e le forme tubo sono simili al SIR, utilizzando lo stesso ponte seatstay, ma ha un nuovo carro posteriore forgiato  asimmetrico che fornisce grande pulizia alla gomma posteriore

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

E ‘scavato per risparmiare un po’ di peso, ma l’obiettivo principale era quello di ottenere foderi più corti possibili.  427 millimetri, il che lo rende facile da manovrare e reattivo nella guida.  La misura è presa  dal centro del movimento centrale , ma Niner usa in questo caso il suo I movimento centrale “Biocentric” eccentrico, così si potrebbe ruotare indietro e avere una lunghezza foderi più breve fino a 418 millimetri. Il vantaggio è che è possibile regolare la posizione della  guarnitura per aumentare o diminuire la distanza ed utilizzare il telaio come singlespeed.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Il telaio ha un supporto integrato bash guard, che opzionalmente sarà offerto  come bashguard/mount package   tale supporto  è stato sviluppato in collaborazione con MRP.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

il cavo può  arrivare sia dasotto  la parte inferiore del movimento centrale che attraverso la  parte inferiore del tubo sella, e il telaio viene fornito con due cover di per nascondere i fori nel caso non siano utilizzati. Ha anche guida a due canali  removibili sotto il tubo orizzontale per utilizzare cavi esterni.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Forcellini e freni post mount hanno la stessa lavorazione custom  del SIR, e ti offrono tre differenti opzioni di  Drive Side: Singlespeed, standard or direct mount rear derailleur.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Niner-ROS9-acciaio-29er-mountain-bike14

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Il tubo sterzo è un tubo dritto progettato per serie sterzo esterna, e la geometria  è studiata per una forcella da 120 mm o 140 millimetri. Gli angoli sterzo  sono 68 º o 67 º rispettivamente, ma funzionano anche  con Revelations  da 130 millimetri, in tal caso bisogna dividere la differenza.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

il peso del telaio è 2767 gr per una taglia M ed è con tutto l’hardware tranne asse passante posteriore 3084 gr.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

lo spazio del  pneumatico è adeguato, in particolare nella  parte superiore.

Niner ROS9 acciaio 29er hardtail freeride mountain bike

il passacavi Dual channel è asportabile , offrendo la massima flessibilità per montare il telaio come si vuole con la massima flessibilità. I colori sono il  Rally Blue ed il  Forge Gray.Il  Telaio include il movimento centrale eccentrico, asse passante posteriore e collarino reggisella  , più l’hardware  singlespeed. Il kit bash guard sarà venduto separatamente

Entrambe le bici dovrebbero essere disponibili a fine estate, intorno alla metà di settembre per essere più precisi.